logo
martedì 12 DICEMBRE 2017
A A
sei qui: home > turismo > Le eccellenze santeufemiesi nel mondo
Cenni storici

Le eccellenze santeufemiesi nel mondo

Francesco Paolo Pantalone “l’uomo di ferro”


Nacque a S. Eufemia a Maiella nel 1889 colui che Gabriele D'Annunzio soprannominò "L'uomo di ferro", un energumeno in grado di piegare sbarre di ferro che due uomini nemmeno riuscivano a sollevare.
Il maciste dal cuore di bambino visitò tutte le capitali europee prima di emigrare in America, non si dimenticò mai di aiutare i propri connazionali in difficoltà. Fu pugile, atleta, uomo di spettacolo e attore cinematografico a Hollywood, dove conobbe Rodolfo Valentino. Su questo sito, www.strongestofall.com, potete trovare altre foto pubblicate dalla nipote di sua cugina che, conosciuta la sua storia, si è appassionata a questo grande personaggio.

Nel 2012 nel corso della cerimonia organizzata nell’ambito della I Edizione della manifestazione “Sant’Eufemia nel Mondo” è stato assegnato a Francesco un riconoscimento alla memoria, consegnato alla figlia Leonia.

Michael Keep Capanna


Discendente della famiglia Capanna, originaria di Roccacaramanico Michael nacque il 15 dicembre 1922 a Blende, Colorado da Carmela Fortino, detta Mary, e Henry Capanna, suo nonno Giovanni Capanna era nato a Roccacaramanico ed emigrato negli Stati Uniti d’America.

Michael trasferitosi a Los Angeles, California nei primi anni ’40 e si arruolò nella marina statunitense e servì il paese durante la II Guerra mondiale congedandosi con onore nel 1946.

Nel 1949 si laureò in Arte e Disegno presso l’Università della California a Los Angeles (UCLA). Prima di scoprire la sua passione per la recitazione, lavorò come assistente idraulico e come commesso in un negozio d’abbigliamento maschile.

Iniziò a recitare in teatro e successivamente per cinema e televisione, raggiungendo l’apice della sua carriera negli anni ’60 e ’70 periodo in cui fu impegnato in diverse serie di telefilm western per la televisione.

Era apprezzato nei ruoli in cui recitava il personaggio di Cochise capo tribù Apache e per questo lavorò in: La Via del West, 77 Sunset Strip, Wrangler, Wagon Train, Twilight Zone, The Untouchables (Gli Intoccabili) , Have Gun – Will Travel, Rawhide, Gunsmoke, Bonanza, Death Valley Days, High Chaparral (Ai confini dell’Arizona), Kojak, Gangster Chronicles e Airwolf.

Verso la fine degli anni ’60, durante una tournee teatrale, conobbe Katherine Henryk, anche lei attrice, si innamorarono e si sposarono decidendo di vivere a North Hollywood in California.

Dal matrimonio nacquero due figli che li hanno resi nonni di tre nipoti. Michael è morto nel 2006 all’età di 84 anni a Los Angeles e riposa a fianco di suo padre Henry Capanna, a Long Beach, California. Nel 2013 nel corso della cerimonia organizzata nell’ambito della II Edizione della manifestazione “Sant’Eufemia nel Mondo” è stato assegnato a Michael un riconoscimento alla memoria, consegnato al figlio Henry, tornato appositamente dagli Stati Uniti d’America, dove risiede con la sua famiglia.

Matteo Achilli


22enne nato a Roma di discendenza santeufemiese (la nonna è nativa di Sant’Eufemia), studente all’Università Bocconi di Milano, a marzo 2012 fonda Egomnia social e professional network che punta a collegare i laureati italiani con le aziende, classificando in base a un algoritmo i curriculum degli iscritti. Il suo punto di forza è, senza ombra di dubbio, l'algoritmo che permette di calcolare il “valore” di ogni laureando e laureato e di inserirlo nel ranking degli utenti di Egomnia. E’ stato “ribattezzato” dall’Huffington Post lo “Zuckerberg italiano”.

Sicuramente il fiuto per gli affari, la decisione di puntare sul complicato mondo del lavoro si è rivelata una scelta vincente, a due settimane dal lancio, il sito – ancora in fase di sperimentazione – contava già 3000 utenti e 25 società iscritte (tra cui Bialetti Industrie e il colosso delle telecomunicazioni Ericsson). Nei primi due mesi il social network fa registrare oltre 10.000 iscritti e 100 società affiliate.

Invitato a ad intervenire a convegni e seminari e dal dicembre 2012 tiene, anche, un blog sulle pagine dell'Huffington Post trattando temi legati all'economia e la finanza internazionale.

Importanti testate giornalistiche si sono occupate di lui, è stato ospite del TG1, di Matrix e di altri noti programmi televisivi. Anche la BBC, recentemente, si è occupata di lui nel documentario The Next Billionaires. Nel 2014 nel corso della cerimonia organizzata nell’ambito della III Edizione della manifestazione “Sant’Eufemia nel Mondo” è stato assegnato a Matteo un riconoscimento.